Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for settembre 2009

langUna volta si scrivevano le biografie dei grandi uomini deceduti. Poi i grandi uomini hanno iniziato a scriversi le autobiografie prima di passare la fatidica soglia, ma comunque arrivati ad un’età ragguardevole. Adesso vanno di moda le autobiografie di chi è appena uscito dall’adolescenza (anagraficamente, almeno…): vedi il libro del cantante Morgan. O questo La mia storia del pianista cinese Lang Lang, classe 1982. Uno che da quando aveva tre anni è stato torturato dai genitori arrivisti e frustrati, che lo costringevano a giornate di sofferenze estreme chino sulla tastiera, con insegnanti violenti, cibo e acqua razionati, e mezz’ora di cartoni animati come unica pausa. Uno così che, arrivato in età di ragione (??), non ha strangolato il padre con una corda di violino, ma ha continuato a suonare il piano diventando veramente un formidabile interprete di musica classica. E ci ha scritto pure un libro. Che se ha lo stesso stile del pianista, sarà in apparenza scapigliato, emozionante e anticonvenzionale, e in sostanza  tradizionalista, freddo e autocompiaciuto. E venderà a palate.

In libreria per Feltrinelli (pag. 272, euro 17) dal prossimo 7 ottobre. Lo abbiamo letto in anteprima? Assolutamente no. Lo leggeremo quando esce? Ma neanche per idea. Avremo le mani occupate a tapparci le orecchie per non ascoltare il disco di Sting (continua…)

Annunci

Read Full Post »

La prima tappa è la serie “i Pre-Giudizi”, dal prossimo post. Il motto: “Baarìa è un capolavoro. Io non l’ho visto” (Piersilvio Berlusconi)

Read Full Post »

Eccoci tornati! Per chi ci conosce e non vedeva l’ora: grazie per la pazienza, e scusate il ritardo! Per chi non ci conosceva (incredibile…) ancora: siamo quelli che 4 anni fa hanno fondato Giudizio Universale, l’unica rivista di sole recensioni, che ha avuto firme del calibro di Massimo Fini e Michele Serra, e ha stroncato personaggi del calibro di Gianfranco Fini e Tonino Guerra.

Ma basta auto-incensarsi e veniamo al presente: stiamo per diventare il più grande sito di cultura e attualità mai apparso sul web, che presto sarà punto di riferimento per tutta l’intellighenzia di sinistra, di destra e pure di (grande) centro. Aggiornamenti quotidiani e sempre più recensioni su libri, dischi, film, teatro, arte; approfondimenti politici e commenti sui fatti del giorno; collaboratori ancora più prestigiosi da tutto il mondo.

A dimostrazione che per noi il tempo all’incontrario va e che diventiamo sempre più gggiovani, ci riaffacciamo in internet innanzitutto aprendo un blog e una pagina facebook. (E presto saremo anche su Twitter, tornando così alla preadolescenza).

Seguite gli sviluppi perché anche quella del meraviglioso sito non è l’unica creazione che abbiamo prodotto: ci sono tante e strabilianti novità in arrivo…

Read Full Post »